Elevare l’estetica: una guida alla scelta dei materiali perfetti per il visual merchandising

L’artista contemporaneo olandese Levi van Veluw, creatore della prima installazione artistica per le vetrine di Hermès presso Nordiska Kompaniet, ha affermato che “la vetrina diventa un’esperienza”. Sappiamo che ciò è vero!

Gli esperti di vendita al dettaglio concordano sul fatto che il visual merchandising sia più che creare vetrine per attirare i clienti. L’obiettivo è sviluppare design creativi e audaci per deliziare l’immaginazione e la curiosità dei clienti con un’esperienza estetica.

Quindi, come scelgono i rivenditori la selezione giusta di materiali e strumenti per i concetti di visual merchandising del proprio negozio? Innanzitutto, è necessario sapere esattamente cosa delizierà i clienti utilizzando diversi materiali e tecniche. Affascinate i clienti mescolando e abbinando materiali con altri stili e conoscendo quale materiale si adatta meglio ai concetti di visual merchandising.

Esaminiamo gli effetti ed esempi dei vari materiali e tecniche artistiche come suggerimenti di visual merchandising che è possibile includere facilmente nelle vetrine del proprio punto vendita.

Metallo nelle vetrine espositive al dettaglio

Il metallo è un materiale molto apprezzato che i marchi di lusso amano adottare per creare accattivanti vetrine e display di prodotti.

Il metallo ha un’ampia varietà di effetti superficiali e tonalità metalliche ottenute attraverso diversi metodi come la galvanoplastica e i rivestimenti, che conferiscono un fattore wow ai display visivi. Le finiture metalliche nere e calde, come l’ottone caldo e il nero opaco, trasmettono perfettamente un’essenza di lusso nelle vetrine, catturando l’attenzione dei passanti.

A seconda del tema e dell’identità del brand del negozio, i visual merchandiser possono optare per un look più aggressivo utilizzando alluminio, ferro grezzo, bronzo e acciaio industriale per conferire un’atmosfera “industriale” ai loro concept espositivi.

Utilizziamo molte tecniche e tecnologie per plasmare i metalli in modo specifico per visualizzare la storia di un brand. Tecniche come taglio laser/idrogetto, CNC, piegatura ad angolo vivo, saldatura, incisione, verniciatura a polvere e spazzolatura aiutano a produrre delicate e bespoke props e strumenti per display al dettaglio. Ogni tecnica valorizza la merce esposta nelle vetrine aggiungendo punti focali per i window shopper.

Il principale vantaggio del metallo è la durabilità, ma ci sono molti benefici nell’utilizzare il metallo nei tuoi concept di visual merchandising, come:

  • Eccellente per i display all’aperto in quanto resistente al calore e con un alto punto di fusione
  • Facilmente combinabile con altri materiali come MDF, acrilico e tessuto
  • Resistenza alla corrosione
  • Eccezionale robustezza
  • Riutilizzabilità

I vantaggi dei metalli lo rendono un eccellente materiale base per props e strumenti di visualizzazione per marchi e merci di lusso. Ecco alcuni esempi di come altri negozi hanno incorporato i metalli nella loro storytelling visiva per le merci:

Esempio 1: Espositore in metallo per scarpe

metal shoe stand, window display props, TDF visual merchandising production, window display suppliers, POS display suppliers, Présentoirs de produits

Il metallo è un materiale ottimale per gli espositori di scarpe di lusso, per aumentare il valore percepito di un brand nelle vetrine e negli allestimenti del negozio. L’espositore per scarpe in questo progetto di esempio è realizzato in metallo ma rifinito con una placcatura e spazzolatura in bronzo antico, che crea una superficie rétro e bronzata.

Tale finitura del materiale metallico esalta il senso contemporaneo della scarpa di lusso ed enfatizza il valore del brand. Su richiesta, possiamo realizzare una finitura spazzolata o a specchio in colori cromo o oro. Possiamo anche applicare altre verniciature nei colori Pantone in base alle linee guida del brand.

Esempio 2: Unità espositiva a L

Utilizzare solo diverse placcatura colorate in metallo potrebbe non soddisfare completamente la tua intera narrazione visiva, ma il metallo è un ottimo materiale da miscelare con altri materiali. A volte combiniamo diversi materiali, incluso il metallo, per realizzare strumenti espositivi. L’unità espositiva a L incapsula come la combinazione di metallo, acrilico, tessuto e pannelli LED possa creare un design sofisticato e un’esperienza in-store per i clienti di un negozio di cosmetici retail.

Il telaio in metallo garantisce la solidità dell’unità espositiva nel negozio fisico per l’uso quotidiano. Poiché l’illuminazione è un segnale visivo vitale negli spazi retail di skincare e cosmetici, questa unità espositiva presenta un’illuminazione integrata, che incoraggia gli acquirenti a provare i prodotti cosmetici e per la cura della pelle – sottolineando uno scopo d’uso concreto per l’espositore e i prodotti pertinenti.

Esempio 3: Espositore con tester per cosmetici

cosmetic tester unit display, TDF visual merchandising production, window display suppliers, product display suppliers, Présentoirs de produits

È essenziale nella progettazione di display retail considerare le diverse ubicazioni geografiche del tuo negozio fisico, poiché clima, temperature e condizioni meteorologiche cambiano in tutto il mondo.

Alcuni materiali potrebbero non essere adatti a particolari ubicazioni e ostacolare l’implementazione della campagna nei negozi globali. Ad esempio, i vassoi in MDF tendono a piegarsi a causa delle variazioni di temperatura e umidità durante la spedizione da una località all’altra.

Ad esempio, nel progetto sopra, un rivestimento in alluminio con vernice patinata ad alto gloss avvolge l’intera unità espositiva per cosmetici durante la produzione di massa. Il materiale metallico ha garantito che i display arrivassero al negozio nelle migliori condizioni. Inoltre, poiché il metallo era resistente a stress da freddo e caldo, il materiale ha permesso un lancio senza intoppi per i progetti di visual merchandising.

Tessuti negli strumenti espositivi dei negozi al dettaglio

Incoraggiamo i visual merchandiser a sfruttare le varie caratteristiche dei tessuti per creare look unici per le loro narrazioni di visual merchandising.

Le texture dei tessuti possono influenzare la percezione dei colori, quindi i concetti creativi di visual merchandising selezionano e combinano diversi tessuti costruendo una storia per i rivenditori. Materiali tattili invitanti, tra cui pelle, carta, velluto e microfibra, aiutano a coinvolgere gli acquirenti facoltosi e mostrare il valore artigianale del marchio di lusso.

I tessuti incoraggiano l’esperienza del cliente attraverso il tatto. Ricerche suggeriscono che la ragione principale per cui le persone scelgono il retail fisico rispetto a negozi online o e-commerce è che i rivenditori possono essere tattili con i display da tavolo. L’insegnamento chiave qui: creare presentazioni che consentano un’interazione tattile con i tuoi prodotti o tavoli espositivi – non perdere l’occasione di far connettere il cliente con il tuo prodotto e marchio. Il tessuto è una delizia visiva e tattile per il tuo cliente.

È possibile utilizzare diverse tecniche di stile con i tessuti per trasmettere altri messaggi e idee ai clienti. Le tecniche di design dei tessuti includono l’avvolgimento, la goffratura, l’impressione e il ricamo, incorporando immagini o motivi rialzati o abbassati nel tuo progetto di visual merchandising.

Gli elementi tridimensionali dei tessuti possono aggiungere un look distintivo e sbalorditivo per creare una prima impressione duratura sui rivenditori. Nella maggior parte dei casi, il trasferimento a caldo e la serigrafia vengono adottati per stampare pattern grandi o piccoli sul tessuto selezionato per legarsi al tema particolare della collezione.

Quindi, ci sono molti vantaggi nell’aggiungere tessuti ai progetti di visual merchandising, come:

  • Facili da ottenere
  • Longevità
  • Atmosfera accogliente e invitante
  • Senso di contrasto
  • Facili da combinare con altri materiali come MDF, acrilico e tessuto

L’umore e lo stile dietro la storia visiva risiedono nell’artigianato, negli appelli visivi e nella pertinenza. Guardiamo gli esempi qui sotto per vedere come il tessuto viene adottato nei negozi di lusso.

Esempio 1: Espositore per orologi

watch display unit, window display suppliers, product display suppliers, Présentoirs de produits

I negozi di orologi di lusso sono famosi per il loro design pulito e ordinato, e i loro espositori per orologi e accessori hanno solitamente design moderni ed essenziali.

In questo caso, il materiale di base degli espositori per orologi è il metallo, ma le unità espositive sono avvolte in microfibra. La combinazione di colori beige e tonalità metalliche conferisce mascolinità per abbinarsi all’immagine del brand. La vetrina o il display da tavolo mette in mostra il prodotto in una presentazione fluida e pulita.

Esempio 2: Props per vetrine

window display props, TDF visual merchandising production, window display suppliers, product display suppliers

Oltre ad applicare motivi a tema sui beni di lusso, i marchi di lusso li infondono anche nelle narrazioni dei concept per le vetrine. I motivi floreali caleidoscopici utilizzati nella vetrina Christian Dior SS2019 hanno costruito un’associazione tra la storia visiva e la collezione.

L’immagine mostra il motivo floreale successivo stampato sull’organza con cornici metalliche a sostegno degli strati e delle forme floreali. L’adozione del materiale è perfetta per illustrare il caleidoscopio con colori in contrasto nella campagna vetrina.

Esempio 3: Pillar espositivi

window display props, TDF visual merchandising production, window display suppliers, product display suppliers

Il motivo jacquard con il Fiore Spade, signature di Kate Spade, è un punto focale per l’esposizione nella foto, e il brand ha introdotto il motivo in tessuto nella campagna vetrina per illustrare la storia del marchio.

La collezione del brand è stata lanciata un anno fa nel 2020, quindi l’obiettivo per questo progetto di visual merchandising era creare un’impressione duratura nella memoria dei clienti, scegliendo un effetto goffrato che coprisse i pillar espositivi in PVC. Gli indizi visivi come luce, colore e bilanciamento dirigono l’attenzione del cliente su prodotti e spazi espositivi specifici.

La plastica nel Visual Merchandising

Il dibattito sulla plastica e la sostenibilità è rilevante nel visual merchandising, dove alcuni brand optano per materiali più sostenibili. Tuttavia, le plastiche come materiale di base nei progetti di visual merchandising rimangono una scelta diffusa nel design di negozi fisici.

La natura versatile delle plastiche rende facile dare forma a oggetti di scena e completare la piena realizzazione dei propri concept di negozio a basso costo. Usare plastica riciclata o riciclabile è un ottimo suggerimento di visual merchandising per brand e negozi che cercano di ridurre l’impronta di carbonio puntando su opzioni di plastica più ecologiche.

Ogni tipo di plastica ha le proprie caratteristiche e capacità progettuali, e limitazioni che i progettisti devono tenere a mente quando creano le loro narrazioni visive. La tabella seguente delinea i tipi comuni di plastica e i metodi per i concept di visual merchandising.

Tipi di plastiche per negozi al dettaglio

Tipi di plastiche Stampa 3D Fresatura CNC Colata polimerica Stampaggio rotazionale Termoformatura sottovuoto Stampaggio a iniezione Soffiaggio Termoformatura
Acrilico (PMMA)
Acrylonitrile butadiene stirene (ABS)
Policarbonato (PC)
Polietilene (PE)
Cloruro di polivinile (PVC)
Polipropilene (PP)

Altre tecniche e tecnologie di finitura delle plastiche consistono nella stampa a trasferimento d’acqua, taglio digitale e incisione, che rendono le storie visive avvincenti con risultati desiderabili.

L’adozione di plastiche nel tuo concept di visual merchandising ha vari vantaggi:

  • Altamente malleabili
  • Non arrugginiscono
  • Resistenti ai raggi UV
  • Leggeri
  • Versatili da lavorare
  • Minori tempi di sviluppo

L’efficienza dei costi e dei tempi dei progetti in plastica li rende estremamente popolari per i marchi di lusso e i loro concept di visual merchandising, dalle vetrine agli allestimenti in-store. Diamo un’occhiata agli esempi qui sotto.

Esempio 1: Cartellonistica Merceologica

metal signage, cosmetic tester unit display, window display props, TDF visual merchandising production, window display suppliers, product display suppliers, Présentoirs de produits

Qui, la cartellonistica di lusso in-store utilizza metallo e acrilico. Il design e lo stile della segnaletica si allineano con gli espositori di prodotto in-store per coerenza con il design interno complessivo del negozio. L’aspetto elegante dell’acrilico aiuta a promuovere una sensazione di lusso nel negozio.

Esempio 2: Bancone per tester cosmetici

Cosmetic Tester Bar, TDF visual merchandising production, product display suppliers, Présentoirs de produits

Essendo leggera e versatile, la plastica è diffusa nel settore cosmetico e skincare e tra i rivenditori per creare attraenti esposizioni di prodotto. L’unità promozionale illustrata sopra a tema botanico è realizzata con una base in acrilico e vinile, che suscita una connessione emotiva positiva tra prodotto e cliente.

Il design è stato anche attentamente scelto per incoraggiare gli acquirenti con un’accessibilità che si correla alle vendite retail. Infine, le illustrazioni e i colori mostrano la storia alla base della collezione skincare.

Esempio 3: Espositore per tester cosmetici

L-shape display unit, cosmetic tester unit display, TDF visual merchandising production, window display suppliers, product display suppliers, Présentoirs de produits

Con centinaia di prodotti in negozio, un espositore ha aiutato a definire e rendere più ordinato lo spazio retail in-store. L’espositore per tester cosmetici porta un’esperienza di store ben curata per i clienti. Gli espositori decorativi in acrilico dai design semplici elevano la visibilità e l’accessibilità dei prodotti.

Lavorare con TDF

I concept di visual merchandising mirano a raccontare una storia del tuo negozio, brand o prodotto. Creare allestimenti visivi utilizzando la narrazione richiede spesso diversi materiali, tecnologie e finiture per realizzare ogni elemento dei tuoi concept di visual merchandising.

Il nostro team professionale Tour De Force collabora e consiglia rivenditori, brand e altri clienti, e può aiutarti a scegliere i materiali più adatti. Possiamo sviluppare e costruire artisticamente la tua idea in un coinvolgente allestimento di visual merchandising.

Se vuoi sapere che tipo di materiali possiamo gestire, dai un’occhiata al nostro sito web qui e lascia che diamo vita al tuo concept di visual merchandising.

Vetrine

Display di prodotto

Live With TDF

Other Window Displays

We gather the latest Visual Merchandising news and share our thoughts about the VM industry. These are exciting display examples

We gather the latest Visual Merchandising news and share our thoughts about the VM industry. These are exciting display examples

We gather the latest Visual Merchandising news and share our thoughts about the VM industry. These are exciting display examples

We gather the latest Visual Merchandising news and share our thoughts about the VM industry. These are exciting display examples

Live With TDF

L’artista contemporaneo olandese Levi van Veluw, creatore della prima installazione artistica per le vetrine di Hermès presso Nordiska Kompaniet, ha

Il recente rapporto di Savills rivela che le nuove aperture di negozi di lusso in Europa hanno rappresentato il 23%

Vedere l’intersezione tra lusso e sostenibilità nel mondo della moda non è più una realtà lontana; un numero crescente di